La Campania ispira sempre grandi piatti. Anche se non abito in questa splendida regione ho avuto sin dalla nascita forti influenze campane, date dalla posizione geografica, non lontanissima, dalle influenze di mia madre che è nata in un paesino ciociaro che per anomalia ha nel dialetto ma anche nelle tradizione molto di campano…sono cresciuta con sfogliatelle e babà, nonché mostacciuoli e pastiere a gogo di una nota pasticceria napoletana che si trova nel paese dei miei nonni materni, ma anche di parenti di mia madre che abitano a Napoli. Ogni anno aspettavo che tornassero in vacanza per qualche giorno nella loro casetta vicina a quella di mia nonna perché sapevo che avrebbero portato la pastiera, sia a Natale che a Pasqua, fatta in casa dalla signora anziana, che purtroppo ora non c’è più…qualcosa di eccezionale, irripetibile, inimitabile!!! Quindi capirete che anche se non campana ho delle tendenze evidenti verso questa cultura culinaria forte e identificativa. 
Quando, girando su blog di cucina, mi imbatto su un blog che propone un contest dal nome “Terra di Fuoco”, mi riprometto di partecipare. Il contest consiste nel proporre un piatto, dolce o salato, che abbia come ingredienti uno o più prodotti d’eccellenza campani e posso partecipare tutti i blogger campani ma anche gli appassionati…ed eccomi qui, io sono una grande fan della cucina campana, adoro i dolci ma anche le mozzarelle di bufala, la colatura di alici di Cetara, le noci di Sorrento, le nocciole di Giffoni, i pomodori del Piennolo e……e potrei stare qui fino a riempire almeno due pagine per elencare tutti i prodotti che questa magnifica terra riesce a donare, ma ho deciso di fermarmi…alla ricotta di bufala campana D.o.p…una delizia al palato!!! Ho pensato di impiegarla per creare dei bicchierini moderni che contrastano con le tradizione antiche. Fino a qualche anno fa non conoscevo neanche la ricotta di bufala, per me la ricotta era o vaccina o di pecora, poi un giorno, ero in vacanza sulla costiera Amalfitana e in un ristorante ordino un antipasto di mare. Quando mi arrivò il piatto notai un cestino bianco contenete della ricotta, era evidente, ma non era altrettanto evidente che fosse di bufala, solo una volta messa in bocca mi resi conto che era fatta con latte di bufala..divina!!!
Per questo contest ho deciso di riproporla proprio ricordando quella sera d’estate, in un ristorante di Positano, con la brezza marina e quei piatti che sapevano di mare, di terra e di passione!!!

 

Mini cheesecake salata con ricotta di bufala campana D.O.P., dadolata di verdure e gamberi
 
Ingredienti per 3 bicchieri
 
Per la base:
90 gr grissini integrali
30 gr di burro fuso
Per la crema:
200 gr di ricotta di bufala campana D.O.P.
2 – 3 cucchiai di latte
un pizzico di pepe bianco
Per il topping:
1/2 zucchina
1/2 melanzana piccola
5-6 pomodorini
3 gamberi freschi
vino bianco q.b.
olio evo
sale
basilico
 
Tritare finemente i grissini e impastare con il burro fuso; distribuire il composto sulla base dei bicchieri, livellare e pressare con il dorso di un cucchiaino, riporre in frigo a solidificare per 10-15 minuti. Nel frattempo preparare le verdure: tagliare a dadini piccoli la zucchina e saltarla in padella con olio evo e sale, devono dorare ma rimanere croccanti; mettere in un piatto con un foglio di carta cucina per assorbire tutto l’olio in eccesso. Fare la stessa cosa con la melanzana. Tagliare i pomodorini a metà, togliere l’interno e tagliare a dadini; condire con sale, olio e basilico. Montare la ricotta di bufala con qualche cucchiaio di latte e un pizzico di pepe bianco, deve risultare cremosa ma non troppo liquida.
Pulire i gamberoni, togliere il carapace, la testa e l’intestino, infilzare in stecchini da spiedino e mettere in padella con un filo d’olio salare, scottare e sfumare con un goccio di vino bianco, far evaporare e far intiepidire.
Comporre i bicchierini: versare sulla base solidificata di grissini la crema di ricotta di bufala e livellare bene. Distribuire sulla ricotta le verdure distinguendo ogni bicchiere, mettere lo stecchino di gambero in bilico sul bordo, decorare con una fogliolina di basilico e mettere in frigo.  

 

 

 

 

 

Con questa ricetta partecipo al contest “Terra di Fuoco”

 

 

16 comments on “Mini cheesecake salata con ricotta di bufala campana D.O.P., verdure saltate e gamberi”

  1. Sicuramente la scelta dell'ingrediente protagonista è ineccepibile, come ineccepibili sarebbero stati tutti gli altri ingredienti che avresti potuto scegliere e che hai menzionato. Il bello è saper apprezzare, il meraviglioso è saperne godere. Tu hai fatto entrambe le cose e lo hai fatto con una fresca e meravigliosa proposta che mi lascia senza fiato. Bravissima tesoro.

    • Che dire Erica? Sono contenta che ti sia piaciuta la mia proposta per il contest, grazieeeee!!! E' stato difficilissimo scegliere l'ingrediente e provare a creare un piatto xché io amo tutti i prodotti campani, la scelta è stata sofferta, mi venivano mille idee…peccato che accettano solo una ricetta! Un abbraccio grande!!!

  2. ADORO LA RICOTTA DI BUFALA!!!LA PRESENTAZIONE DEL TUO PIATTO E' INECCEPIBILE, COME LE FOTO!!!MI PIACE MOLTO COME HAI ASSEMBLATO INGREDIENTI DIVERSI, IDEA MOLTO ORIGINALE!!!BACI SABRY

  3. E siamo cresciute mangiando le stesse cose, visto che sono napoletana. La pasticceria della quale parli è Scaturchio?
    La cheese è deliziosa! Mi piace l'accostamento della bufala con i gamberi. Un bacio

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *