La mia Ciociaria non ha piatti della tradizione particolari o conosciuti a livello nazionale forse perchè cambiano di paese in paese. Ricette, usanze e tradizioni sono spesse diverse e ci si ritrova a discutere su quale sia la giusta ricetta per fare un piatto, sul chi detenga la verità su un procedimento o un altro. Io invece ricordo con amore le ricette della mia infanzia, i sapori e gli odori che mi riportano a quell’età felice e spensierata. Mi basta sentirli nuovamente nella mia cucina per avere una sensazione di pace e tranquillità.
Uno fra tutti è la torta che vi faccio vedere oggi, la pizza battuta ciociara. Il nome deriva dal fatto che un tempo non si usavano fruste elettriche o planetarie per montare le uova, ma semplicemente una forchetta e tanta forza nella braccia. Ci voleva anche 1 ora di lavoro per ottenere un’ottima montata, oggi invece è tutto più semplice.
La pizza battuta è una torta versatile, per un’ottima colazione da inzuppare nel latte, per una golosa merenda farcita con marmellate e per feste di compleanno o dopo pasto farcita con crema pasticcera e bagnata con del liquore. Assomiglia molto ad un pan di Spagna ma ha una struttura molto diversa, basta pensare che nell’impasto ha il lievito che aiuterà la torta a stare su durante la cottura.
Provatela e fatemi sapere…alla prossima!

PIZZA BATTUTA CIOCIARA

INGREDIENTI per una teglia da 30 cm di diametro
6 uova medie + 6 tuorli
200 g di zucchero semolato
la buccia di 1 limone non trattato
2 g di sale
280 g di farina ’00
1 bustina di lievito per dolci


PREPARAZIONE

1. Preriscaldate il forno a 170°.
2. Rompete le uova in una ciotola grande, 6 uova intere e 6 tuorli, unite lo zucchero ed iniziate a lavorare il tutto con un frullatore elettrico, potete usare anche la planetaria.
3. Dovrete montare le uova benissimo, almeno per 15 minuti, dovranno diventare bianche e spumose.
4. Unite il sale e la buccia del limone grattugiato.
5. In una ciotola unite la farina con il lievito setacciati.
6. Mettete da parte il frullatore e prendete una spatola o un cucchiaio grande.
7. Unite la farina a piccole quantità e mescolate delicatamente per non smontare il composto.
8. Versate il composto in una teglia imburrata ed infarinata.
9. Infornate e cuocete per 1 ora circa.
10. Fate la prova stecchino per verificare la cottura prima di spegnere il forno.
11. Fate intiepidire prima di sformare.
NB:
– Potete aromatizzare il dolce con qualsiasi cosa voi preferiate: stecca di vaniglia, arancio grattugiato, liquore sambuca o limoncello o Strega o altro ancora.
– E’ molto buona da inzuppare nel latte la mattina.
– Nei giorni di festa mia madre la riempiva con due strati di crema, uno bianco e uno al cioccolato e la bagnava con l’alchermes, davvero buonissima!
– Vi consiglio di conservarla ben chiusa perchè tende a seccarsi facilmente. L’ideale è avvolgerla nella pellicola e metterla in un porta torte che abbia una chiusura con gancio laterale.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *